I petrolati ecco perchè non usarli

petrolatiPer la definizione di petrolato ci affidiamo a Wikipedia che così lo definisce : “Il petrolato, o vaselina o gel di petrolio, è una gelatina ottenuta dal petrolio per raffinazione. Si ottiene dai residui della distillazione del petrolio rimasti dopo la totale evaporazione dell’olio“.

Quali sono i petrolati? Come si trovano descritti nell’inci name?

I petrolati portano in inci questo nome: petrolatum, paraffinum liquidum, mineral oil, vaselina, cera microcristallina. Anche il tensioattivo (agente lavante) Sles (Sodium Laureth Sulfate) contiene una piccola quota petrolifera.

Per quali motivi vengono usati nei cosmetici ? Per due motivi principali:
1)perché costano poco (meno dei grassi vegetali)
2) perché hanno una certa funzione ‘idratante’ (per occlusione)
E’ evidente, quindi, il motivo della loro diffusione: permettono di produrre cosmetici ‘idratanti’ a basso costo.
Il petrolatum e la paraffina liquida sono da anni impiegati in alcuni prodotti cosmetici e in alcune creme idrofobe. Alcuni petrolati formano un film occlusivo sulla pelle, interferendo con la traspirazione cutanea
L’effetto collaterale cosmetico più evidente è la comedogenicità: occludendo i pori, queste sostanze possono favorire la formazione di punti neri e brufoli su pelli predisposte.
Ma non è questo l’aspetto più controverso di questo ingrediente.
Ormai è abbastanza noto e lo stabilisce anche una normativa europea del 2004: il petrolato (o paraffina o olio di vaselina) è una sostanza potenzialmente cancerogena.
E questo è un fatto, non un’opinione.
Alcuni studi inoltre, hanno addirittura evidenziato correlazioni tra uso di paraffina in cosmesi e tumori epatici.
La potenziale pericolosità dei petrolati dipende sostanzialmente dalla presenza più o meno alta di frazioni cancerogene all’interno di essi.

A noi di Natibio sono sufficienti questi elementi per far sì che tutte le nostre creme non contengano petrolati .

By | 2017-02-07T12:02:07+00:00 febbraio 7th, 2017|news|0 Comments

Leave A Comment